V meeting ULIAS “Il Valore degli intermediari di sez. E tra innovazione IDD e POG”

0
1265

di Rossella Ametrano

Lo scorso 21 settembre presso il Centro Congressi Cavour in Via Cavour 50 a Roma si è svolto il V meeting ULIAS,  Unione Liberi Intermediari di Assicurazione http://ulias.it/

L’unico evento rivolto agli intermediari di sezione E diventato oramai un’ appuntamento annuale di confronto sulle novita’ che impattano il settore assicurativo ed in particolare sul ruolo crescente degli intermediari di sez E.

Alla presenza di importanti relatori si è parlato del futuro e del ruolo degli gli Intermediari di sezione E con l’ingresso ad Ottobre 2018 della IDD.

<<Abbiamo lavorato all’evento per renderlo una giornata di confronto tra esperti istituzionali del settore assicurativo e relatori che hanno affrontato i temi delle innovazioni normative, IDD e nuovo GDPR privacy 2018 e illustrato le due piu’ importanti novazioni tecniche del settore: attestato di rischio dinamico e policy della cd scatola nera– ha sottolineato, il presidente di ULIAS, Sebastiano Spada >>

Tra i relatori sono intervenuti

Massimo Amato – Servizio Studi e Gestione Dati – IVASS – specializzato in antifrode ha illustrato e sintetizzato  le principali  indicazioni dei Provvedimenti IVASS n. 71 e 72 del 16 aprile 2018: attestato di rischio dinamico come evoluzione della dematerializzazione dell’ atr e strumento per contenere le frodi a beneficio degli assicurati virtuosi. Amato ha introdotto anche il nuovo Preventivatore IVASS che presto sara’ on line.

Umberto Guidoni – Dirigente Responsabile del Servizio Auto di ANIA – ha parlato di una normativa rc auto un po’ vetusta, spesso modificata e che dovra’ ulteriormente essere rivista per riuscire a contenere oltre che i sinistri anche le frodi. << Con l’attestato di rischio dinamico si è fatto un passo in avanti ma a giorni ci confronteremo con IVASS anche su una possibile rivisitazione della tariffa bonus malus >>. Guidoni ha fatto cenno alla recente sentenza della Corte di giustizia europea che si è pronunciata per abolire la sospendibilita’ delle polizze rc auto.

Fabrizio Premuti – Presidente Konsumer – ha discusso della policy della cd scatola nera guardandola dalla parte dei consumatori nonche’ contraenti di polizze e dei numerosi dubbi che ancora aleggiano in merito. << I dettami delle condizioni generali che ne regolamentano il funzionamento sono ancora poco chiari in merito ai dati che la scatola nera realmente intercetta. Inoltre si parla di diritto ad uno sconto sul premio assicurativo per l’ RC auto che non è poi cosi’ effettivo >>.

Maurizio Hazan Avv. dello studio legale Taurini & Hazan, in qualita’ di raro specialista di diritto delle assicurazioni ha parlato della “rivoluzione” preannunziata dall’ingresso sullo scenario assicurativo dell’IDD come di una rivoluzione a metà. Nel senso che più che di rivoluzione par preferibile parlare di “chiusura del cerchio. << Il settore assicurativo per poter essere davvero all’altezza del compito deve vincere una sfida: quella della qualità e del servizio, privilegiando la relazione contrattuale con l’utenza e raffinando la capacità dell’assicuratore di educare la clientela alla miglior conoscenza del rischio e delle correlate esigenze di prevenzione>>.

Claudio Demozzi, Presidente dello SNA ha approfondito le sue osservazioni e ammonizioni in merito all’ IDD, una delle più importanti battaglie degli agenti e degli intermediari assicurativi in genere. La battaglia sul campo della Idd è stata vinta ma ora occorre continuare a presidiare il terreno dei diritti degli agenti. Claudio Demozzi, presidente di Sna, ribadisce la vocazione battagliera del sindacato degli intermediari. Una parentesi è stata ancora una volta dedicata alla volonta’ di trovare un punto di congiunzione verso la definizione di un possibile CCNL tra Agenti e Subagenti.

Presente la societa’ Iamasp nelle persone di Giovanni Salvadori e Roberto Casanova che si non occupati di redarre un questionario sintetico proposto agli intermediari di sezione E per valutarne il grado di conoscenza delle nascente IDD. Hanno reso noti i risultati del sondaggio svelando quanto ci si sia informati e soprattutto attraverso quali fonti, tra cui spesso la risposta ricorrente è stata ULIAS.

Un parterre d’eccellenza coronato dalla presenza di importanti sponson che con il loro intervento hanno proposto ai presenti spunti e nuove opportunita’ di business.

AON e Titolo Sicuro, nelle vesti di Francesco Imperatrice ed Alberto Saiu hanno raccontato le caratteristiche dell’innovativa Polizza “Donazione Sicura” nata per rendere facilmente commerciabili gli immobili di provenienza donativa.

Groupama di è soffermata il nuovo piano di recruiting che la Compagnia sta mettendo in atto per ampliare la propria rete di vendita.

La giornata si è conclusa con la sezione pomeridiana nel confronto tra i partecipanti dove è nata l’esigenza di parlare insieme di alcuni temi specifici.

Un gruppo ha chiesto la convocazione di una assemblea degli aderenti per confrontarci su come gestire nel migliore dei modi le sfide che stanno interessando il nostro settore e di come ULIAS possa essere sempre più punto di riferimento per un numero maggiore di intermediari di sezione E.

L’IDD può essere però sicuramente presa come un pretesto buono per affrontare, finalmente, il dibattito sul ruolo dell’intermediario, e decidere se si intende sperare di sopravvivere ai cambiamenti o sviluppare la qualità del servizio. 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO