Polizze obbligatorie per gli avvocati arriva lo STOP dal Ministro della Giustizia

0
10468

11 Ottobre 2017 entrava in vigore l’obbligo per gli avvocati di stipulare la polizza Rc professionale per l’attività e una polizza a copertura degli infortuni subiti dagli stessi e dai propri collaboratori, dipendenti e praticanti in conseguenza dell’attività svolta nell’esercizio della professione, anche fuori dei locali dello studio legale.

Numerose erano state le polemiche sull’entrata in vigore dell’obbligo di RC contro i rischi da attività professionale, tanto che il Presidente del CNF ( Consiglio Nazionale Forense ) Andrea Mascherin, in una lettera al Ministro della Giustizia, aveva chiesto e ottenuto una proroga di 30 giorni, pertanto la scadenza diventava cosi il 10 Novembre 2017.

Mancano solo 15 giorni ed ecco che cambia tutto, in una nuova lettera del Presidente del CNF Andrea Mascherin al Ministro della Giustizia dove chiede l’opportunità di valutare la  modifica della legge «nel senso di prevedere come facoltativa» la copertura assicurativa in materia di infortuni.

Il Ministro della Giustizia Orlando in una lettera inviata al Presidente del CNF Andrea Mascherin accoglie la richiesta di intervenire sull’obbligo della polizza infortunio e comunica che la proposta di modifica è stata trasmessa all’Ufficio legislativo, affinché provveda a formulare una corrispondente proposta di modifica nella sessione parlamentare di bilancio.

Con questa modifica l’avvocato sarà esente dall’obbligo di stipulare la polizza infortunio e diventa una decisione autonoma del singolo avvocato di avere un copertura assicurativa per gli infortuni derivanti dall’esercizio della attività professionale.

Pur tuttavia rimane l’obbligo per gli avvocati di stipulare la polizza RC contro i rischi della attività professionale.

LASCIA UN COMMENTO