Generali Italia lancia hackathon su diversità e inclusione in azienda

0
964

di firstonline.info

Piena inclusione delle donne nei percorsi di crescita professionale, valorizzazione delle diverse generazioni, culture e disabilità sono i temi della maratona di idee che coinvolge 120 partecipanti.

Elaborare idee innovative e concrete per diffondere la cultura dell’inclusività, perché le differenze, a partire da quelle di genere, sono un patrimonio da valorizzare e un motore per l’innovazione. Generali Italia dà il via a Generali Hackathon – Diversity & Inclusion, la prima maratona d’idee in Italia, 12 ore di lavoro no-stop, sulle tematiche di diversità e inclusione in azienda, organizzata insieme ad H–Farm e promossa da Elle Active!.

Il Generali Hackathon – Diversity & Inclusion premierà le migliori idee, una per ogni sfida, giudicando livello di innovazione, realizzabilità, efficacia. I cinque progetti vincitori saranno presentati sabato 11 novembre all’interno del Forum ELLE ACTIVE! Attiva il Cambiamento, promosso dal mensile Elle di Hearst Italia.

Quello che contraddistingue questo Generali Hackathon è la presenza, tra i 120 partecipanti di dipendenti e collaboratori di altre importanti realtà aziendali che, lavorando insieme alle persone di Generali Italia, Alleanza, Genertel e Genertellife, porteranno anche il loro punto di vista, arricchendo di nuove visioni e contributi la maratona di idee sui 5 importanti temi in materia di Diversity& Inclusion:

– Engagement: mantenere alti la motivazione e l’engagement delle persone lungo tutto l’arco della carriera lavorativa;

– Processi HR: gestire i vari momenti dell’ employee experience, in modo da selezionare e promuovere le persone in maniera equa assicurando a tutti le stesse opportunità di accesso;

– Mindset e Organizzazione: promuovere lo sviluppo di modelli organizzativi inclusivi ed uno stile di leadership che valorizzi le differenze e neutralizzi meccanismi di «esclusione»;

– Nuove modalità di lavoro: creare le condizioni per gestire al meglio le proprie attività, il proprio tempo e le proprie competenze;

– Vivere la genitorialità: favorire la diffusione di una cultura della genitorialità come aspetto della vita in grado di generare benefici sia per le persone che per le organizzazioni.

“Diversity & Inclusion si fonda sulla convinzione che le persone sono, nelle loro differenze, la risorsa più importante per avere successo” – ha dichiarato Gianluca Perin, Direttore Risorse Umane e Organizzazione Generali Country Italia– “D&I è dunque una priorità organizzativa e strategica che si può realizzare soltanto attraverso un profondo cambiamento culturale. Con questo obiettivo, Generali Italia promuove uno specifico programma articolato su quattro differenti livelli, GenderAge- Cultural- Disability, per agire non solo sulla mentalità delle nostre persone, ma anche sui processi aziendali veri e propri”.

LASCIA UN COMMENTO