Cattolica Assicurazioni, dopo Generali Trevisani alla corte di Minali. Rumors

0
3005

di affaritaliani.it

Il feeling con Alberto Minaliè stato subito ottimo, con tanto di vero e proprio rapporto di amicizia. E così pare che Valter Trevisanistia per approdare alla corte del nuovo amministratore delegato di Cattolica nell’era Buffett.

Terminato l’ultimo giorno di lavoro (il 31 ottobre) in Generali, dove ha cominciato la sua lunga carriera nel lontano 1988 conclusasi con la prestigiosa carica di group Chief insurance officer, Trevisani, secondo alcuni rumors che circolano nella compagnia triestina, dovrebbe infatti prendere servizio nel gruppo assicurativo veronese.

Non è ancora chiaro quale sarà il ruolo che il manager, esperto del business assicurativo con competenze molto tecniche e assieme a Giovanni Liverani (ora Ceo di Generali Deutschland) uno degli ultimi alti dirigenti del Leone cresciuti internamente alla compagnia come avveniva nel gruppo prima dell’arrivo di Mario Greco, andrà a ricoprire in Cattolica.

Prese in mano le redini del gruppo assicurativo veronese il primo giugno di quest’anno,Minali ha subito messo in cantiere il riassetto della governance per cambiare pagina dopo la gestione Mazzucchelli. Dal primo luglio ha lasciato la compagnia nordestina Flavio Piva, direttore generale Area Mercati e Operations al cui posto è andato Carlo Ferraresi, che ha mantenuto ad interim la carica di Cfo e di investor relations officer.

Piva era uno dei manager di fiducia chiamati dall’ex Ceo Mazzucchelli. Secondo alcune indiscrezioni, anche l’altro direttore generale, Marco Cardinaletti, è in uscita come pure il vicedirettore generale, Carlo Barbera, e il direttore vita e previdenza, Fabio Bastia. L’inserimento di Trevisani potrebbe avvenire all’interno di questo riassetto generale.

Il top manager triestino era stato il direttore tecnico delle Generali nella gestione Balbinot di cui, con Greco, ha preso il posto dopo che l’assicuratore friulano lasciò Trieste per Monaco di Baviera (Allianz). A metà ottobre le Generali, con un comunicato, avevano annunciato l’uscita del manager che faceva parte anche del Group Management Committee, la stanza dei bottoni del Leone, e la presa in consegna delle deleghe da parte del Ceo Philippe Donnet.

LASCIA UN COMMENTO