AIG colosso assicurativo americano registra una perdita di 1,739 miliardi di dollari

0
5239

Il colosso della riassicurazione statunitense AIG (American International Group) ha chiuso il terzo trimestre del 2017 con un calo dei premi totali da 8,851 a 8,063 miliardi di dollari.

I ricavi complessivi in un anno sono passati da 12,854 a 11,751 miliardi di dollari, la perdita netta attribuibile ai soci della capogruppo è di 1,739 miliardi di dollari, mentre nel 2016 aveva registrato un utile di 462 milioni.

Sono 3 miliardi di dollari collegati soprattutto agli uragani Harvey, Irma e Maria, gli eventi catastrofici hanno inciso fortemente sulla performance del gruppo tanto che AIG ha anche annunciato che rafforzerà di 836 milioni di dollari le riserve a copertura delle perdite di questi, circa 705 milioni da collegare all’anno 2016 in reazione alle prime perdite emerse primariamente nelle linee commerciali di lunga durata.

Mentre tutto è fermo sull’accordo riassicurativo annunciato a Gennaio con NICO, la National Indemnity Company della Berkshire Hathaway di Warren Buffett.

L’accordo prevede una copertura fino a 80%, quindi quasi tutte le polizze del mercato statunitensi della compagnia di assicurazione, ma fino al massimo di 20 miliardi di dollari dei 25 miliardi di dollari delle riserve di AIG, l’operazione è costata  alla compagnia 9,8 miliardi di dollari, con un tasso d’interesse del 4% annuo .

LASCIA UN COMMENTO